“In Compagnia di Fuè”

PROGETTO OCTOPUS


Chi e’ fue’ ? Ve lo prensentiamo !

Fuè è un piccolo octopus (polipo o medusa) realizzato ad uncinetto. La sua particolarità sono i tentacoli, e sono proprio questi che “servono” ai bambini.

Ora vi spieghiamo meglio.

L'Octo Therapy nasce in Danimarca nell'ospedale Universitario Aarhus, dove medici ed infermieri hanno constatato che la presenza dei pupazzetti riesce a calmare i bambini. I tentacoli ricordano il cordone ombelicale, comprimendoli i piccoli non solo riescono a respirare meglio, ma i loro battiti cardiaci diventano più regolari e aumenta il livello di ossigeno nel sangue.  Inoltre, la loro vicinanza li dissuade dall'afferrare e tirare, cavi e sondini, presenti nelle termoculle. 

Non è fantastico? Non finisce qui! La mamma può appoggiare al petto Fuè e poi darlo al proprio bambino cosi potrà sentire il suo odore e tenergli compagnia.

Le mamme di Prematuramente hanno fortemente voluto aderire all’Octo Therapy, un piccolo gesto fatto col cuore, per i bambini della TIN dell’Ospedale Borgo Trento di Verona. 
Abbiamo quindi contattato TIN.Tacoli di Cesena, primi ad aver portato il progetto in Italia. La collaborazione è nata immediamente!

foto matteo fue.jpg

I nostri Octopus si chiamano Fuè, abbiamo scelto per loro un nome speciale, dal greco “CRESCERE CON CURA”.


Il passo successivo è stato trovare delle Uncinettatrici Volontarie che ci aiutassero nel confezionare i Fuè.
L’aiuto è arrivato dal web grazie ad un appello sulla nostra pagina Facebook e in poche settimane abbiamo consegnato la nostra prima fornitura di octopus in ospedale!
La diffusione del post fu cosi virale da attirare l’attenzione di alcuni blog e riviste, vedi sezione “Dicono di Noi”.

Tanto è stato fatto e tanto c’è ancora da fare. L’ospedale di Verona, reparto Terapia Intensiva Neonatale, ospita circa 800 bambini l’anno quindi abbiamo sempre bisogno di aiuto.

OGNI FUE’ VIENE DATO AD UN BAMBINO E RESTERA’ PER SEMPRE SUO!

Ma non ci siamo fermate qui. Per sostenere ulteriormente il progetto servivano non solo volontari/e, ma anche il materiale. Grazie alla disponibilità di alcuni negozi locali e di un e-commerce abbiamo attivato anche il progetto “Raccolta Gomitoli” e, appena possibile, spediamo i gomitoli raccolti a chi ci aiuta, cosi da produrre altri Fuè!.

Per chi desidera collaborare al progetto con il lavoro ad uncinetto ci invii la richiesta.


Alcune realizzazioni dei nostri volontari