Mission & Vision

SUPPORTO | CONSULENZA | iNFORMAZIONE | RICERCA


Prematuramente si impegna a:

• Dare sostegno morale, concreto e psicologico alle famiglie attraverso incontri, eventi e corsi mirati al supporto al genitore.

• Promuovere ogni tipo di iniziativa e comportamento per migliorare l'assistenza, il recupero e la cura dei ricoverati presso la Terapia Intensiva Neonatale.

• Accompagnare le famiglie nel percorso dopo la dimissione e durante la crescita del bambino, occasioni speciali di incontro, confronto ed approfondimento, anche con professionisti.

• Offrire informazione e dialogo sulle problematiche del parto pre-termine, della mortalità, dei danni perinatali, delle fasi dell'allattamento e della crescita.

• Favorire, stimolare e supportare la ricerca sanitaria su tutti gli aspetti, anche mediante attività, organi e raccolte fondi a ciò specificamente finalizzati.

mission&vision.JPG

Nel Mondo 1 Bambino su 10 nasce Prematuro.


In Cosa Crediamo

KANGAROO MOTHER THERAPY | FAMILY CENTERED CARE | RAPPORTO UMANO | DIRITTI DEL PREMATURO


IMG_3985.JPG

KANGAROO MOTHER THERAPY

Benefici per il Prematuro/Pretermine:

  • Aumento legame genitore-neonato

  • Conforto del neonato nel sentire il battito del genitore

  • Miglioramento respiratorio e cardiaco

  • Allattamento precoce al seno

  • Riduzione tempi di ospedalizzazione

  • Guadagno del peso

Benefici per il Genitore:

  • Costruire un legame fisico con il neonato

  • Il genitore si sente utile

  • Diminuzione rischio depressione post parto

  • Aumento produzione latte


FAMILY CENTERED CARE

  • La Famiglia è la costante nella vita di ogni bambino

  • Favorire la comunicazione e collaborazione tra Famiglia e medici, infermieri e operatori

  • Garantire flessibilità e accessibilità

  • Considerare emozioni, preoccupazioni e aspirazioni delle Famiglie

  • Favorire il supporto tra Famiglie

family centered care.jpg

“ La Family Centered Care non cura la famiglia, bensì si prende cura della Famiglia “


pasqua 2018.jpg

RAPPORTO UMANO

Nell’esatto istante che si varca la porta della Terapia Intensiva Neonatale si viene catapultati in un mondo parallelo, quasi spaziale, di cui non si conosceva nemmeno l’esistenza.

« Intorno a me vedo anche molti altri bimbi prematuri e molti genitori. Vedo lacrime in stanza filtro, vedo sorrisi, vedo volti stanchi ed impauriti. Vedo me stessa in ognuno di loro. Li siamo tutti uguali. Genitori a metà. Madri e padri lacerati nel profondo. Famiglie sconvolte.
C’è qualcosa di strano nei corridoi della Tin, non puoi non salutare quella mamma, non puoi non avvicinarti a lei se la vedi in difficoltà. Tu stessa muori dentro eppure hai la forza di fare forza agli altri. Nella Tin ogni bimbo è figlio tuo anche se non lo conosci. « Mamma Giorgia


DIRITTI DEL PREMATURO

 
manifesto-diritti-bambino.jpg

Art. 1

Il neonato prematuro deve, per diritto positivo, essere considerato una persona.

 Art. 2 

Tutti i bambini hanno diritto di nascere nell’ambito di un sistema assistenziale che garantisca loro sicurezza e benessere, in particolare nelle condizioni che configurino rischio di gravidanza/parto/nascita pretermine, di sofferenza feto-neonatale e/o di malformazioni ad esordio postnatale. 

Art. 3 

Il neonato prematuro ha diritto ad ogni supporto e trattamento congrui al suo stato di salute e alle terapie miranti al sollievo dal dolore. In particolare ha diritto a cure compassionevoli e alla presenza dell’affetto dei propri genitori anche nella fase terminale. 

Art. 4

Il neonato prematuro ha diritto al contatto immediato e continuo con la propria famiglia, dalla quale deve essere accudito. A tal fine nel percorso assistenziale deve essere sostenuta la presenza attiva del genitore accanto al bambino, evitando ogni dispersione tra i componenti il nucleo familiare. 

Art. 5

 Ogni neonato prematuro ha diritto ad usufruire dei benefici del latte materno durante tutta la degenza e, non appena possibile, di essere allattato al seno della propria mamma. Ogni altro nutriente deve essere soggetto a prescrizione individuale quale alimento complementare e sussidiario.

 Art. 6

 Il neonato prematuro ricoverato ha il diritto di avere genitori correttamente informati in modo comprensibile, esaustivo e continuativo sull’evolvere delle sue condizioni e sulle scelte terapeutiche.

 Art. 7

 Il neonato prematuro ha il diritto di avere genitori sostenuti nell’acquisizione delle loro particolari e nuove competenze genitoriali.

  Art. 8

 Il neonato prematuro ha diritto alla continuità delle cure post-ricovero, perseguita attraverso un piano di assistenza personale esplicitato e condiviso con i genitori, che coinvolga le competenze sul territorio e che, in particolare, preveda, dopo la dimissione, l’attuazione nel tempo di un appropriato follow-up multidisciplinare, coordinato dall’équipe che lo ha accolto e curato alla nascita e/o che lo sta seguendo.

 Art. 9

 In caso di esiti comportanti disabilità di qualsiasi genere e grado, il neonato ha il diritto di ricevere le cure riabilitative che si rendessero necessarie ed usufruire dei dovuti sostegni integrati di tipo sociale, psicologico ed economico.

 Art. 10

 Ogni famiglia di neonato prematuro ha il diritto di vedere soddisfatti i propri speciali bisogni, anche attraverso la collaborazione tra Istituzioni ed Enti appartenenti al Terzo Settore.

Scarica il manifesto completo qui


eventi in programma